Virgin Money London Marathon. Wilson Kipsang è il più forte. Mo sotto le aspettative.

Kipsang Farah

Il keniota Wilson Kipsang Kiprotich, detentore del record mondiale, trionfa in una delle più belle edizioni dalla nella maratona di Londra.

Il primatista mondiale si impone su tutti in 2h04'29", migliorando di 11" il primato della gara Londinese, stabilito tre anni fa dal connazionale Emmanuel Mutai. Kipsang, con il suo modo straordinario di accelerale nel finale di gara, ha preceduto sul traguardo il connazionale Stanley Biwott (2h04'55") e l'etiope Tsegaye Kebede (2h06'30").

Il campione olimpico e beniamino di casa, il britannico Mohamed Farah, al suo debutto in maratona non va oltre l’ottavo posto con il tempo di 2h08'19". Niente record Britannico per Mo, che rimane quindi il 2h07'13" stabilito da Steve Jones nell'ormai lontanissimo 1985 (2h07’13”).

"Tornerò – il commendo di Mo -, non intendo mollare così. Mi spiace tanto non aver potuto realizzare quel che si aspettava il pubblico".

L’etiope Haile Gebrselassie (41 anni), la lepre d’eccellenza che doveva aiutare gli atleti a transitare al 30°km attorno ad 1h27'30", si è fermato solamente dopo 15°km. 100.000 sterline di ingaggio per correre 15km, un ottimo affare per Gebre, il campione senza tempo.

DONNE

Trionfo in 2h20'21" per la due volte campionessa mondiale, la keniota Edna Kiplagat. La Kiplagat precede sul traguardo di 3” la connazionale Florence Kiplagat (2h20'24"), dopo un bellissimo allungo finale negli ultimi 700m di gara.

L’etiope Tirunesh Dibaba, al debutto su questa distanza, con 2h20'35", conquista un ottimo terzo posto. Nel momento topico della Gara, quando tutte e tre correvano ancora sugli stessi ritmi, a Tirunesh è caduta la borraccia e si è dovuta quindi fermare per raccoglierla. E’ stata in quest’occasione che l’etiope ha perso contatto con le due Keniote, che ovviamente ne hanno approfittato per allungare.

       

Altri Post

 
DPCM del 26 aprile: Running – Cosa cambierà dal 4 maggio (Fase 2)
Dopo la conferenza stampa di Giuseppe Conte di ieri sera vediamo, nel dettaglio, cosa sarà consentito fare dal 4 maggio in termini di attività motoria.
Pronti per la ripartenza? Mascherina si, mascherina no.
Smentita fortunatamente la notizia (esilarante) di limitare ad un massimo di 40 minuti al giorno la propria uscita di corsa, sembra infatti che non ci saranno (giustamente) limitazioni di tempo, ora quello che a tutti noi appassionati preme sapere è...
Work-out specifico per il Running – Allenarsi ai tempi del Covid-19
Work-out specifico per il Running, non sono necessari attrezzi. Allenarsi ai tempi del Covid-19. Specific running work-out no tools are needed. Coach G
Allenarsi in cortile ai tempi del Covid-19
Allenarsi in cortile ai tempi del Covid-19 - Speed Ladder, utile per migliorare la coordinazione e la rapidità dei piedi - Circuito Forza/Tecnica - 100 x 110 metri in Cortile
Sopravvivere a tavola durante la quarantena
Code chilometriche fuori dai supermercati, banchi semi-vuoti se non completamente desertici e scarsissima possibilità di reperibile cibo (specie di qualità) anche dalle piattaforme on-line (tempi di consegna siderali). C’è poi chi, come il sottoscritto, a casa non possiede un mega surgelatore stile macelleria e che quindi non ha la possibilità di conservare a lungo la carne, il pesce e altri alimenti freschi. Le file interminabili di persone con mascherina e guanti rappresentano per me un valido deterrente contro l’uscire di casa per andare spesso al supermercato. Ok, ma allora che fare? Solo scatolette e pasta fino a quando questa emergenza non sarà finita? Secondo me si può fare, non facciamone un dramma, che sarà mai? I miei genitori ultra ottantenni hanno vissuto situazioni molto peggiori di questa e se la sono cavata alla grande. Sono sicuro che nessuno morirà di fame (e di sete!) se per qualche settimana sarà costretto a rinunciare alla bistecca Chianina o alla sua verdurina da agricoltura biologica a Km zero.
La Corsa ai tempi del COVID-19
So che non è facile allenarsi con grandi motivazioni quando si vive in questo stato di incertezza generale, Quando l'allenamento è finalizzato ad una Gara importante (il nostro obiettivo) dentro di noi sentiamo sempre una forte motivazione, e anche quando siamo stanchi per il lavoro e/o per altre fonti di stress, nulla ci può impedire di uscire ad allenarci e di dare il nostro massimo.

Recent Comments

 

    IL MIO SERVIZIO

     

    La mia proposta consiste in un servizio di consulenza running, realizzato attraverso l'elaborazione di programmi d'allenamento personalizzati secondo le esigenze individuali e gli obiettivi di ogni singolo podista. Running4you organizza Stage ed Eventi in alcune delle più belle località Italiane.

    Contatti

     

    Tel : +39 333 344 2728
    Email:  info@running4you.org
    P.IVA 08079550961