DPCM del 26 aprile: Running – Cosa cambierà dal 4 maggio (Fase 2)

Cara amica, Caro amico runner

Dopo la conferenza stampa di Giuseppe Conte di ieri sera vediamo, nel dettaglio, cosa sarà consentito fare dal 4 maggio in termini di attività motoria.

NESSUNA LIMITAZIONE (o quasi) Seppur alcuni punti del nuovo DPCM non sono proprio chiarissimi, quello che invece è certo è che, da Lunedì 4 maggio, sarà nuovamente consentito correre all'aperto e senza limitazioni.
Non si potrà uscire dalla propria Regione ma sarà possibile sconfinare anche in altri comuni. Nessun limite di tempo.
Si correrà SEMPRE da SOLI e tra ogni runner la distanza di sicurezza da mantenere sarà di almeno 2 metri (non 1 metro).

NO GRUPPI DI CORSA, NO ASSEMBRAMENTI Dobbiamo impegnarci a trovare spazi e orari che ci consentano di svolgere il nostro allenamento in totale sicurezza. Se mentre siamo fuori ci accorgiamo che non esistono i presupposti per poter correre nel rispetto delle regole, allora si dovrà fare velocemente un bel dietrofront! Qui mi affido al grande senso di responsabilità di ogni corridore, e anche se so perfettamente che il Vero Runner è sempre in grado di prendere decisioni corrette, a preoccuparmi sono i comportamenti dei "finti runners", quelli che abbiamo già visto all'opera nel mese di marzo.
Se in alcuni luoghi si dovessero verificare assembramenti sarà pressoché scontato un nuovo intervento (duro) del governo.

MASCHERINA SI MASCHERINA NO Nel DPCM non viene menzionata l'obbligatorietà di svolgere attività motoria con la mascherina, quindi "sembrerebbe" si possa correre senza, ma qui il condizionale è d'obbligo... dipenderà dalle ordinanze di ogni singola regione. Non è da escludere, ad esempio, che la Lombardia possa prendere la decisione (a mio avviso sbagliatissima) di obbligare i runners a correre con la mascherina, come si sta facendo tutt'oggi in Campania. Ci faranno sapere a giorni, intanto incrociamo le dita nella speranza che le autorità preposte possano prendere la decisione più sensata (non fa assolutamente bene correre con la mascherina, punto e basta).

AUTOCERTIFICAZIONE Anche dopo il 3 maggio (si dice almeno fino al 18 maggio), per giustificare gli spostamenti dalla propria abitazione, sarà obbligatorio avere con sé, sia un documento di identità valido, che l'auto-dichiarazione compilata. Nel nuovo DPCM, sempre per quanto riguarda l'attività motoria, non viene data alcuna indicazione a riguardo. E' certo che questa settimana uscirà il nuovo MODULO di AUTODICHIARAZIONE che andrà utilizzato a partire dal 4 maggio, quello che oltre alle motivazioni già presenti (lavoro, salute e stato di necessità) vedrà l'aggiunta di una nuova voce (INCONTRO CON I CONGIUNTI).
Per lo sport non ci saranno caselle da sbarrare... quindi immagino che non serva (ma chi lo sa?).

SPOSTAMENTI PER ALLENAMENTI Non è ben chiaro (anche qui direte Voi...) se dal 4 maggio sarà nuovamente consentito utilizzare un mezzo di trasporto (proprio o pubblico) per recarsi in un determinato luogo (parchi, giardini, alzaie, ciclabili, ecc...) dove poter svolgere il proprio allenamento individuale.
Personalmente ritengo che la cosa più giusta sia uscire a correre partendo direttamente dalla propria abitazione.
Gli ingressi sui mezzi di trasporto pubblici saranno, giustamente, contingentati per garantire il distanziamento di sicurezza tra una persona e l'altra (e qui sempre Mascherina sul muso e Autodichiarazione in saccoccia).
Lasciamo i mezzi pubblici, soprattutto in certe fasce orarie, a completa disposizione solo di chi deve spostarsi per andare a lavorare.

IMPIANTI SPORTIVI Potranno riaprire, ma a poterne usufruire saranno solamente gli atleti di interesse nazionale. Palestre (e piscine) resteranno chiuse ancora per diversi mesi... Un abbraccio a tutti gli amici/colleghi Personal Trainer e Istruttori di sala. E' dura ragazzi, tenete duro. So che si sono tanti/e influencer che oggi si sono inventati Trainer, li trovi sui social sempre in diretta, e che per il vostro LAVORO non sono certamente un bene. State tranquilli, tra poco torneranno a pubblicare foto in costume sulle barche.
Per gli atleti Pro di sport individuali: gli allenamenti dovranno svolgersi a porte chiuse; All'interno dell'impianto sportivo è previsto un limite di accessi (bisognerà quindi prenotarsi); Non si potranno usare gli spogliatoi/docce dell'impianto sportivo.

GARE PODISTICHE Sono sospesi tutti gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.

--- Conte ha spiegato che a tre giorni dall'adozione del nuovo DPCM, il ministro della Salute indicherà quelle che saranno le soglie sentinelle da rispettare. Le Regioni dovranno fornire, con cadenza giornaliera, i dati relativi all'andamento della curva dei contagi e un report sulla situazione di adeguatezza del sistema sanitario regionale. Meno contagi = maggiori aperture. Più contagi = più restrizioni ---

Sono a Vostra disposizione, prontissimo a farvi ripartire con i vostri programmi d'allenamento personalizzati. Contattatemi (per cortesia, e-mail brevi per favore perchè siete in tanti) così da stabilire insieme le date di ripartenza dei vostri programmi d'allenamento.

Un abbraccio a tutti e buona settimana.

Coach G

       

Altri Post

 
DPCM del 26 aprile: Running – Cosa cambierà dal 4 maggio (Fase 2)
Dopo la conferenza stampa di Giuseppe Conte di ieri sera vediamo, nel dettaglio, cosa sarà consentito fare dal 4 maggio in termini di attività motoria.
Pronti per la ripartenza? Mascherina si, mascherina no.
Smentita fortunatamente la notizia (esilarante) di limitare ad un massimo di 40 minuti al giorno la propria uscita di corsa, sembra infatti che non ci saranno (giustamente) limitazioni di tempo, ora quello che a tutti noi appassionati preme sapere è...
Work-out specifico per il Running – Allenarsi ai tempi del Covid-19
Work-out specifico per il Running, non sono necessari attrezzi. Allenarsi ai tempi del Covid-19. Specific running work-out no tools are needed. Coach G
Allenarsi in cortile ai tempi del Covid-19
Allenarsi in cortile ai tempi del Covid-19 - Speed Ladder, utile per migliorare la coordinazione e la rapidità dei piedi - Circuito Forza/Tecnica - 100 x 110 metri in Cortile
Sopravvivere a tavola durante la quarantena
Code chilometriche fuori dai supermercati, banchi semi-vuoti se non completamente desertici e scarsissima possibilità di reperibile cibo (specie di qualità) anche dalle piattaforme on-line (tempi di consegna siderali). C’è poi chi, come il sottoscritto, a casa non possiede un mega surgelatore stile macelleria e che quindi non ha la possibilità di conservare a lungo la carne, il pesce e altri alimenti freschi. Le file interminabili di persone con mascherina e guanti rappresentano per me un valido deterrente contro l’uscire di casa per andare spesso al supermercato. Ok, ma allora che fare? Solo scatolette e pasta fino a quando questa emergenza non sarà finita? Secondo me si può fare, non facciamone un dramma, che sarà mai? I miei genitori ultra ottantenni hanno vissuto situazioni molto peggiori di questa e se la sono cavata alla grande. Sono sicuro che nessuno morirà di fame (e di sete!) se per qualche settimana sarà costretto a rinunciare alla bistecca Chianina o alla sua verdurina da agricoltura biologica a Km zero.
La Corsa ai tempi del COVID-19
So che non è facile allenarsi con grandi motivazioni quando si vive in questo stato di incertezza generale, Quando l'allenamento è finalizzato ad una Gara importante (il nostro obiettivo) dentro di noi sentiamo sempre una forte motivazione, e anche quando siamo stanchi per il lavoro e/o per altre fonti di stress, nulla ci può impedire di uscire ad allenarci e di dare il nostro massimo.

Recent Comments

 

    IL MIO SERVIZIO

     

    La mia proposta consiste in un servizio di consulenza running, realizzato attraverso l'elaborazione di programmi d'allenamento personalizzati secondo le esigenze individuali e gli obiettivi di ogni singolo podista. Running4you organizza Stage ed Eventi in alcune delle più belle località Italiane.

    Contatti

     

    Tel : +39 333 344 2728
    Email:  info@running4you.org
    P.IVA 08079550961