Boston, un anno dopo. Per non dimenticare.

boston

15/04/2013

"Un gesto vergognoso, vile, inutile e senza motivo. Un infame gesto di violenza che ancora una volta ha colpito i più deboli, gli indifesi, gli innocenti, chi si trovava lì in prossimità dell’arrivo solo per partecipare ad una festa sportiva.
Gente di cuore che si trovava lì solo per applaudire i maratoneti alla fine della loro lunga fatica, bianchi o neri che fossero, i cattolici come i mussulmani, i ricchi come i poveri, tutti. Lo sport azzera le differenze e nella fatica di una maratona ci si stringe sempre tutti come in una grande famiglia. Vigliacchi.
I Bambini, i più deboli e indifesi. Figli piccoli che aspettavano orgogliosi l’arrivo dei loro papà con i quali poi avrebbero avuto una medaglia da festeggiare. Bastardi.
Il presidente Obama ha evitato di usare la parola “terrorismo” ed è stato molto prudente, ricordando che “non abbiamo ancora risposte, non sappiamo chi lo ha fatto e perché”.
Non esiste un perché, non esisterà mai un perché. Infami.

La vita va avanti, deve andare avanti, la vita è come la lunga Corsa di Maratona. Retorica forse, ma è spesso la retorica l’unica cosa ad essere vera e in questo momento non viene da scrivere altro.
Un abbraccio forte a tutte le persone colpite da questo vergognoso e vile gesto di follia."

Andrea Gornati

In memoria di Martin Richard (8 anni), Zhou Danling (20 anni) e Krystle Campbell (29 anni)

       

Altri Post

 
Maratona di New York 2018. Istruzioni per l’uso
Parlando della Maratona di New York è inutile dire queste DUE cose: 1) E' una Maratona come tutte le altre (non è vero); 2) Restate calmi (non ci riuscirete).
Maratona di Venezia 2018. In ricordo di Marcello Ferrari
A pochi giorni dalla Maratona di Venezia un pensiero all'amico Marcello Ferrari
Come ti faccio il Record del Mondo
Non c'è più nessun dubbio, il campione olimpico Eliud Kipchoge è oggi il più forte maratoneta di tutti i tempi e ieri mattina, sotto la Porta di Brandeburgo, ha di fatto riscritto la storia della Maratona.
Shalane Flanagan. Complimenti alla Mamma (e al papà)
Forse non tutti sanno che Shalane Flanagan è figlia di quella Cheryl Bridges che nel 1971, in California, stabili il Primato del Mondo in Maratona correndo la Gara di Culver City in 2h49'40" (prima donna a scendere sotto le 2h50'). E il papà?
L’impiegato che corre la Maratona in 2h08’37” 川 内 優 輝
La storia è quella dell'impiegato Giapponese Yuki Kawauchi (30 anni) che dal 2009 ad oggi ha portato a termine 71 maratone con tempi davvero incredibili...
Joan Benoit Samuelson a 60 anni punta a correre la Maratona sotto le 3 ore
Alla prossima Maratona di Chicago (8 ottobre 2017) Joan Benoit Samuelson sarà ancora protagonista e, potete starne certi, ce la metterà tutta per abbattere il muro delle TRE ore. 

Recent Comments

 

    IL MIO SERVIZIO

     

    La mia proposta consiste in un servizio di consulenza running, realizzato attraverso l'elaborazione di programmi d'allenamento personalizzati secondo le esigenze individuali e gli obiettivi di ogni singolo podista. Running4you organizza Stage ed Eventi in alcune delle più belle località Italiane.

    Contatti

     

    Tel : +39 333 344 2728
    Email:  info@running4you.org
    P.IVA 08079550961